I lipidi

Funzione dei lipidi nella dieta

I lipidi, devono essere presenti quotidianamente nella dieta dell'uomo in quanto, svolgono funzioni molto importanti quali:

funzione energetica, rappresentando la fonte più concentrata di energia (9 kcal/g);

apporto di acidi grassi essenziali;

assorbimento delle vitamine liposolubili;

conferiscono appetibilità ai cibi;

gli acidi grassi polinsaturi, aventi almeno tre doppi legami (acido di-omo - g - linolenico, acido arachidonico, acido eicosapentenoico), sono i precursori delle prostaglandine che agiscono direttamente o attraverso derivati quali prostacicline, trombossani e leucotrieni sul metabolismo glucidico e lipidico, sulla pressione arteriosa, sll'aggregazione piastrinica, sulla contrazione dei muscoli lisci, ecc.

I lipidi sono importanti per il nostro organismo in quanto:

rappresentano la forma più efficiente di energia di deposito;

svolgono funzione di isolamento termico;

svolgono funzione di protezione meccanica, soprattutto il tessuto adiposo viscerale;

svolgono funzione estetica;

garantiscono la permeabilità selettiva delle membrane;

alcuni acidi grassi condizionano il trasporto dei lipidi nel sangue attraverso le varie classi di lipoproteine.

Il contenuto lipidico dell'uomo è mediamente di almeno 10 kg.
La quota che può essere ceduta senza danno è di 6,5 kg, con una perdita giornaliera di 150 g.

Gli acidi linoleico (18:2 w-6) e a-linolenico (18:3 w-3) sono definiti essenziali (AGE, EFA), in quanto gli organismi animali e l'uomo in particolare  non sono in grado di sintetizzarli in quantità sufficiente a soddisfare i propri bisogni.
La carenza, rara nell'uomo, è caratterizzata da: cute secca e squa-mosa, impetiggine ribelle, lesioni di tipo eczematoso, irritazioni peri-anale, eritema generalizzato, evacuazioni frequenti, capelli ispidi e radi e trombocitopenia.
Gli AGE e i derivati a catena lunga svolgono importanti funzioni:

a livello di membrana;

come precursori delle prostaglandine;

regolano i lipidi ematici (colesterolo), prevenendo l'aterosclerosi

RAZIONE CONSIGLIATA

L'assunzione di acidi grassi polinsaturi non deve superare il:

5% dell'energia totale giornaliera sotto forma di w-3;

15% dell'energia totale giornaliera come polinsaturi totali (w-6 + w-3).

L'assunzione di acidi grassi trans non deve superare i 2 g/die.

Il livello soglia di assunzione di colesterolo deve essere inferiore a:

100 mg/1000 kcal della razione nel bambino;

300 mg/die per l'adulto.