Kre Alkalyn - Creatina Alcalina - Benefici, Dosi, Avvertenze

Introduzione

Esistono evidenze scientifiche secondo le quali l'integrazione con Kre Alkalyn ® può risultare utile per:

A ciò si aggiungono i classici benefici derivanti dall'integrazione di creatina

Ruolo biologico

La creatina è un derivato aminoacido prodotto dall'organismo umano al livello epatico, renale e pancreatico, di fondamentale importanza per la corretta funzionalità muscolare.

Concentrata prevalentemente al livello muscolare, rappresenta un deposito di gruppi fosfato, fondamentale nella produzione di ATP (fonte energetica cellulare) durante le prime fasi di contrazione muscolare.

Infatti durante il primo minuto di esercizio fisico intenso, la fosfocreatina accumulata al livello muscolare, cede il proprio gruppo fosfato all'ADP, rigenerando ATP, utile a sostenere il movimento delle teste miosiniche sui filamenti actinici, consentendo così la contrazione della fibra muscolare e quindi del muscolo in toto.

Durante questo ciclo, parte della creatina, circa 2 grammi al giorno, viene idrolizzata non enzimaticamente in creatinina e persa attraverso le urine, richiedendo quindi l'assunzione esogena per compensare le perdite, che fortunatamente si bilanciano agevolmente attraverso il consumo di cibi di origine animale.

Vista quindi la funzione biologica di questa molecola, si può comprendere facilmente quanto preziosa risulti per gli atleti di varie discipline, soprattutto per quelli di potenza, per i quali l'integrazione con creatina si traduce in una serie di vantaggi riassumibili in :

Creatina e integrazione

Dati gli importanti effetti migliorativi della creatina sulla performance e sulle capacità atletiche degli sportivi, le varie aziende farmaceutiche hanno studiato forme alternative di creatina in grado di massimizzare l'assorbimento intestinale, ottimizzare la resa energetica e l'efficacia del protocollo integrativo.

Da questi sforzi sono nate forme differenti dalla creatina monoidrato, che in ogni caso ad oggi rimane quella più caratterizzata e studiata, e che hanno trovato impiego nella pratica sportiva riscuotendo in alcuni casi anche incoraggianti successi.

Tra le forme più diffuse e più promettenti è doveroso ricordare la:

Dosaggi

Nonostante le varie formulazioni nascano con l'intento di migliorare la biodisponibilità di creatina, dovendo consentire così una riduzione dei dosaggi rispetto quelli della creatina monoidrato, la supplementazione con le forme alternative, ricalca perfettamente gli schemi e la posologia utilizzata nella comune pratica integrativa.

L'incremento delle scorte muscolari di creatina può essere definito attraverso due protocollo diversi :

In entrambi i casi si è ottenuto un aumento simile del pull muscolare di creatina, che nel secondo caso si è realizzato con tempistiche più graduali.

E' importante ricordare che l'assorbimento muscolare di creatina sembra essere fortemente migliorato dalla concomitante assunzione di carboidrati, mentre alcuni studi mostrano come l'assunzione contemporanea di CLA possa migliorare la composizione corporea dell'atleta più intensamente rispetto a quanto fatto dalla sola creatina.

Effetti Collaterali

Nonostante i dosaggi comunemente utilizzati nella pratica sportiva sembrano essere privi di effetti collaterali clinicamente rilevanti, l'assunzione di dosi elevate o mal solubilizzate potrebbe determinare la comparsa di nausea, vomito, diarrea e crampi addominali.

L'utilizzo di forme alternative di creatina, caratterizzata da una migliore solubilità e stabilità in ambiente acquoso, dovrebbe ridurre la comparsa di sintomi gastro-intestinali.

Protocolli di integrazione mal progettati in tempistiche e dosaggi, accompagnati da regimi dietetici iperproteici, potrebbero incrementare significativamente il carico renale, esponendo l'atleta a rischi per la propria salute.

Il prodotto è controindicato nei casi di patologia renale o epatica, cardiovasculopatie e/o ipertensione, in gravidanza, durante l'allattamento e al di sotto dei 12 anni e adolescenti non ancora formati.

In caso di uso prolungato (oltre le 6/8 settimane) è necessario il parere del medico.

Studi - Bibliografia

J Int Soc Sports Nutr. 2009 Feb 19;6:6.

The effects of creatine ethyl ester supplementation combined with heavy resistance training on body composition, muscle performance, and serum and muscle creatine levels.

Spillane M, Schoch R, Cooke M, Harvey T, Greenwood M, Kreider R, Willoughby DS

Med Sci Sports Exerc. 1998 Jan;30(1):73-82.

Effects of creatine supplementation on body composition, strength, and sprint performance.

Kreider RB, Ferreira M, Wilson M, Grindstaff P, Plisk S, Reinardy J, Cantler E, Almada AL.

Appl Physiol Nutr Metab. 2007 Dec;32(6):1052-7.

Effect of in-season creatine supplementation on body composition and performance in rugby union football players.

Chilibeck PD, Magnus C, Anderson M.

J Strength Cond Res. 2009 May;23(3):818-26.

Effects of creatine monohydrate and polyethylene glycosylated creatine supplementation on muscular strength, endurance, and power output.

Herda TJ, Beck TW, Ryan ED, Smith AE, Walter AA, Hartman MJ, Stout JR, Cramer JT.

Med Sci Sports Exerc. 2009 Sep 2. [Epub ahead of print]

Effect of Short-Term Creatine Supplementation on Neuromuscular Function.

Bazzucchi I, Felici F, Sacchetti M.