Vitamina E | Funzioni e Proprietà: Serve Integrarla?

Proprietà e Benefici

L'integrazione con Vitamina E naturale è indicata per combattere - grazie alle sue proprietà antiossidanti - l'eccesso di radicali liberi e lo stress ossidativo che ne consegue.

Tra i fattori in grado di aumentare i radicali liberi si ricordano: stress, fumo di sigaretta, dieta scorretta (eccesso di alcool e grassi animali, carenza di vegetali freschi), inquinamento ambientale, attività fisica intensa rispetto al proprio grado di allenamento ed esposizione a radiazioni ionizzanti, anche a scopo diagnostico o terapeutico. In tutte queste circostanze l'assunzione di Vitamina E può quindi risultare utile per combattere lo stress ossidativo.

L'aumento del fabbisogno giornaliero di vitamina E si osserva, infatti, in diverse condizioni, patologiche e non.

Attività fisica intensa, dieta disequilibrata, tabagismo, alcolismo, stile di vita inadeguato, patologie infiammatorie o quadri dismetabolici sono solo alcuni dei potenziali contesti nei quali si osserva un sensibile incremento del fabbisogno giornaliero di vitamina E.

La Vitamina E

La vitamina E è una vitamina liposolubile presente naturalmente in molti alimenti sia di origine vegetale che animale.

Fonti preziose di vitamina E sono rappresentate dagli oli, ed in particolare dall'olio extravergine di oliva, dalla frutta secca e dai semi oleosi, da alcune verdure, dalle uova e dai cereali integrali.

Una dieta sana ed equilibrata, come la dieta mediterranea, è generalmente in grado di soddisfare il fabbisogno giornaliero di questa vitamina per la popolazione sana.

Le proprietà biologiche della vitamina E sono molteplici e tutte degne di nota.

Tra le più importanti, sarebbe doveroso citare:

Le suddette attività fanno della vitamina E una vitamina particolarmente utile in ambito clinico.

Protocolli di supplementazione con vitamina E, vengono infatti impiegati:

Oltre all'ambito clinico, l'uso di vitamina E è risultato utile ed efficace anche nel salvaguardare la salute dell'atleta, proteggendolo dall'insulto ossidativo e infiammatorio, spesso causa di infortunio o overtraining, derivante dall'esercizio fisico intenso.

Modo d'uso

Alla luce della quantità di vitamina E presente in una compressa di E-PHEROL e dei fabbisogni medi giornalieri della stessa, si consiglia di assumere mezza compressa al giorno.

In determinati casi, ma solo sotto la stretta supervisione medica, il dosaggio giornaliero di E-PHEROL potrebbe essere raddoppiato.
In questo caso, al fine di ottimizzarne l'assorbimento, sarebbe preferibile assumere mezza compressa di E-PHEROL due volte al giorno, in prossimità dei pasti.

Sicurezza d'impiego

L'uso di vitamina E, ai suddetti dosaggi, risulta generalmente sicuro e ben tollerato.

Tuttavia l'impiego di alte dosi, in acuto, potrebbe determinare l'insorgenza di nausea, diarrea, dolori gastrici crampiformi, astenia, pirosi gastrica, rush cutaneo e sanguinamento.

In letteratura sono anche descritti effetti collaterali derivanti dall'utilizzo in cronico di alte dosi di vitamina E.

In questo caso tra i principali effetti collaterali vi sarebbero i problemi coagulativi, cardiovascolari e talvolta neurologici.

Data la natura liposolubile della vitamina E ed il suo ruolo biologico, l'uso di integratori come E-PHEROL dovrebbe avvenire sotto la stretta supervisione medica in caso di gravidanza e allattamento, terapie farmacologiche con anticoagulanti, patologie cardiovascolari e chirurgia maggiore.

Bibliografia

Vitamin E and C supplementation and risk of cancer in men: posttrial follow-up in the Physicians' Health Study II randomized trial.
Wang L, Sesso HD, Glynn RJ, Christen WG, Bubes V, Manson JE, Buring JE, Gaziano JM.
Am J Clin Nutr. 2014 Sep;100(3):915-23

Vitamin C and E supplementation prevents some of the cellular adaptations to endurance-training in humans.
Morrison D, Hughes J, Della Gatta PA, Mason S, Lamon S, Russell AP, Wadley GD.
Free Radic Biol Med. 2015 Dec;89:852-62

Effect of vitamin E and C supplementation on oxidative damage and total antioxidant capacity in lead-exposed workers.
Rendón-Ramírez AL, Maldonado-Vega M, Quintanar-Escorza MA, Hernández G, Arévalo-Rivas BI, Zentella-Dehesa A, Calderón-Salinas JV.
Environ Toxicol Pharmacol. 2014 Jan;37(1):45-54

Vitamin E and the risk of prostate cancer: the Selenium and Vitamin ECancer Prevention Trial (SELECT).
Klein EA, Thompson IM Jr, Tangen CM, Crowley JJ, Lucia MS, Goodman PJ, Minasian LM, Ford LG, Parnes HL, Gaziano JM, Karp DD, Lieber MM, Walther PJ, Klotz L, Parsons JK, Chin JL, Darke AK, Lippman SM, Goodman GE, Meyskens FL Jr, Baker LH.
JAMA. 2011 Oct 12;306(14):1549-56

Vitamin E supplementation and cardiovascular events in high-risk patients.
Heart Outcomes Prevention Evaluation Study Investigators, Yusuf S, Dagenais G, Pogue J, Bosch J, Sleight P.
N Engl J Med. 2000 Jan 20;342(3):154-60.

Vitamin E supplementation may ameliorate oxidative stress in type 1 diabetes mellitus patients.
Gupta S, Sharma TK, Kaushik GG, Shekhawat VP.
Clin Lab. 2011;57(5-6):379-86.

Effect of vitamin E supplementation with exercise on cognitive functions and total antioxidant capacity in older people.
Cetin E, Top EC, Sahin G, Ozkaya YG, Aydin H, Toraman F.
J Nutr Health Aging. 2010 Nov;14(9):763-9.