Calendula

La principale virtù della Calendula, della quale si usano le sommità fiorite e le foglie, è il grande potere antinfiammatorio e cicatrizzante, sia per uso esterno che per uso interno.

Nell'uso esterno, i fiori di Calendula sono preferibili a molti preparati farmaceutici perché privi di controindicazioni. Le applicazioni più importanti sono: per la regolazione del ciclo mestruale (mettere 1 cucchiaio di fiori in infusione per 10 minuti in una tazza d'acqua bollente, berne 2 tazze al giorno a digiuno, una appena svegli e una prima di coricarsi, per tutti i 20 giorni che precedono il ciclo), contro coliti e ulcere gastriche, per rimarginare ferite e piaghe, contro eritemi, irritazioni, ustioni, punture d'insetti e geloni. E' utilizzata, con ottimi risultati, anche per attenuare gli arrossamenti delle pelle dei neonati, in quanto appunto non ha nessun effetto collaterale e nessuna controindicazione.