Riso Rosso Fermentato | Efficace Contro il Colesterolo Alto?

Proprietà e Benefici

Esistono evidenze scientifiche secondo le quali l'integrazione con riso rosso fermentato, niacina e vitamina E, può risultare utile per:

Caratteristiche biologiche

Il riso rosso fermentato è un alimento di origine asiatica, utilizzato da secoli nella medicina cinese come integratore alimentare, ottenuto attraverso la fermentazione del comune riso da tavola da parte di particolari microrganismi noti come Monascus Purpureus, responsabili tra l'altro della caratteristica colorazione rossastra di questo alimento.

Il processo fermentativo si completa mediante l'aggiunta di vino rosso di riso, acqua e Polygonum, pianta officinale nota da tempo alla medicina etnica e utilizzata comunemente anche nella preparazione di piatti tradizionali.

Le peculiari attività terapeutiche di questo alimento sono da ricondurre alla presenza di numerosi principi attivi tra cui isoflavoni, acidi grassi monoinsaturi, steroli e soprattutto monacoline la cui abbondanza è correlata ai suddetti processi fermentativi ed in particolare al Monascus Purpureus, fungo in grado di fermentare cellulosa, maltosio, fruttosio e glucosio, arricchendo il riso rosso di monacoline.

In particolare la monacolina K, la cui struttura e funzione sembrano ricordare quelle di un farmaco molto utilizzato nel trattamento dell'ipercolesterolemia noto con il nome di lovastatina, è in grado di inibire l'attività dell'enzima HMG-CoA reduttasi, bloccando a monte la cascata di eventi che portano alla sintesi epatica di colesterolo.

E' evidente quindi che una delle principali applicazioni terapeutiche di questo alimento è riconducibile alla normalizzazione delle concentrazioni lipidiche in corso di ipercolesterolemia e patologie correlate.

Notizie dal mondo scientifico

Nonostante il riso rosso fermentato venisse utilizzato da secoli nella medicina cinese come rimedio naturale per molte patologie ematologiche, la medicina convenzionale si è concentrata sulla caratterizzazione molecolare di questo alimento solo pochi anni fa, producendo quindi una letteratura scientifica di modesta entità.

Tuttavia a dispetto del basso numero di lavori pubblicati, i risultati ottenuti risultano al quanto incoraggianti proponendo questo alimento come rimedio naturale in corso di:

Diversi gruppi di lavoro indipendenti inoltre sono al lavoro per valutare anche eventuali altre proprietà terapeutiche delle monacoline, che potrebbero spingere il riso rosso così fermentato verso nuove applicazioni cliniche.
E' tuttavia importante ricordare che molti di questi studi sono condotti su modelli animali, per cui occorrerebbe una sperimentazione più dettagliata e accurata prima di traslare gli effetti ottenuti su cellule o animali ad organismi complessi come quello umano.

Riso Rosso Fermentato: modalità di utilizzo

Gli studi presenti in letteratura, relativi all'utilità degli estratti del riso rosso fermentato nel trattamento dell'ipercolesterolemia, suggeriscono dosaggi abbastanza vari.

E' infatti opportuno considerare adeguatamente la composizione dell'integratore ed in base a questo definire il dosaggio, considerando che attualmente il dosaggio giornaliero massimo di monacolina K, consentito dal ministero della salute, è di 3 mg.

Il corretto controllo metabolico non può prescindere da una dieta equilibrata e da uno stile di vita sano.

Effetti Collaterali

Per quanto il riso rosso fermentato risulti un prodotto naturale, differenti studi dimostrano come l'assunzione per periodi prolungati o ad elevati dosaggi potrebbe determinare l'insorgenza di effetti collaterali simili a quelli descritti per le statine.

Dosaggi compresi tra i 200mg e 1200 mg giornalieri sono stati infatti associati alla comparsa di miopatie con incremento della creatinfosfochinasi, patologie gastro-intestinali ed emicrania.

Per evitare carenze importanti è opportuno associare al riso rosso fermentato l'assunzione di coenzima Q10.
La somministrazione di questo prodotto è controindicata durante il periodo di allattamento e gravidanze, durante le fasi di sviluppo e in concomitanza ad altri farmaci ipolipemizzanti.

Studi - Bibliografia

Azaphilones, furanoisophthalides, and amino acids from the extracts of Monascuspilosus-fermented rice (red-mold rice) and their chemopreventive effects.
Akihisa T, Tokuda H, Yasukawa K, Ukiya M, Kiyota A, Sakamoto N, Suzuki T, Tanabe N, Nishino H.
J Agric Food Chem. 2005 Feb 9;53(3):562-5.

Red yeast rice extracts suppress adipogenesis by down-regulating adipogenic transcription factors and gene expression in 3T3-L1 cells.
Jeon T, Hwang SG, Hirai S, Matsui T, Yano H, Kawada T, Lim BO, Park DK.
Life Sci. 2004 Nov 12;75(26):3195-203.

Inhibition of endothelial adhesion molecule expression by Monascus purpureus-fermented rice metabolites, monacolin K, ankaflavin, and monascin.
Lin CP, Lin YL, Huang PH, Tsai HS, Chen YH.
J Sci Food Agric. 2011 Aug 15;91(10):1751-8. doi: 10.1002/jsfa.4371. Epub 2011 Mar 28.

Red yeast rice stimulates osteoblast proliferation and increases alkaline phosphatase activity in MC3T3-E1 cells.
Cho YE, Alcantara E, Kumaran S, Son KH, Sohn HY, Lee JH, Choi CS, Ha TY, Kwun IS.
Nutr Res. 2010 Jul;30(7):501-10.
Pharm Biol. 2010 Mar;48(3):349-56.

The Monascus metabolite monacolin K reduces tumor progression and metastasis of Lewis lung carcinoma cells.
Ho BY, Pan TM.
J Agric Food Chem. 2009 Sep 23;57(18):8258-65.

Safety and Efficacy of Red Yeast Rice (Monascus purpureus) as an Alternative Therapy for Hyperlipidemia.
Klimek M, Wang S, Ogunkanmi A.
P T. 2009 Jun;34(6):313-27.

Chinese red yeast rice (Monascus purpureus-fermented rice) promotes bone formation.
Wong RW, Rabie B.
Chin Med. 2008 Mar 29;3:4.

Effects of solid-state fermented rice on lipid metabolism and antioxidant status in high-cholesterol-fed rats.
Jang YJ, Kim MH, Nam SH, Kang MY.
J Med Food. 2007 Dec;10(4):608-14.