Acqua Micellare - Utilizzo, Proprietà e Benefici

Premessa

L'acqua micellare è un prodotto cosmetico dedicato alla rimozione di make-up e impurità dalla pelle del viso. Non solo uno struccante, quindi, ma anche un detergente indicato per la pulizia del viso anche delle pelli delicate.

Sebbene non si tratti di un'invenzione recente, è solo negli ultimi anni che l'acqua micellare ha fatto la sua comparsa sugli scaffali di farmacie, profumerie e negozi specializzati nella cura della persona. Ciononostante, è riuscita in breve tempo a conquistare un gran numero di persone, arrivando persino a superare il latte detergente.

Com'è possibile?

Il successo dell'acqua micellare è dovuto ad un insieme di caratteristiche molto importanti per il benessere della pelle. Tra queste troviamo efficacia, delicatezza e rispetto per la cute e le sue esigenze.

Ma non solo.

L'acqua micellare tiene conto anche della nostra necessità di un prodotto semplice da usare, comodo da trasportare - o da conservare nel beauty - e rapido ad agire.

Il segreto dell'acqua micellare risiede nella sua struttura chimica: le micelle. Vediamo allora di cosa si tratta e come funzionano.

Cos'è

L'acqua micellare è un cosmetico per la pulizia del viso costituito da un tensioattivo immerso in una soluzione acquosa che è in grado di formare degli agglomerati molecolari detti micelle.

Tutto chiaro? Proviamo a spiegarci meglio.

Definizioni

Abbiamo già utilizzato due termini che non si incontrano proprio tutti i giorni:

Micelle: “In biochimica e in chimica fisica, aggregato in soluzione acquosa di molecole anfifiliche” così l'enciclopedia Treccani introduce le micelle.
In pratica si tratta di gruppi di molecole di tensioattivo che, a contatto con l'acqua, si uniscono a formare delle minuscole sfere, invisibili all'occhio umano.
Questo accade perché le molecole hanno una testa idrofila, affine all'acqua e che quindi può restarne a contatto, e una coda idrofoba, che rifugge l'acqua ed è al contrario affine ai grassi (lipofila).

Tensioattivo: Chimicamente parlando, i tensioattivi sono sostanze in grado di abbassare la tensione superficiale di un liquido. Se aggiunti all'acqua ne aumentano il potere bagnante, detergente e schiumogeno, a seconda del tipo di tensioattivo.
Abbiamo infatti:

  1. Tensioattivi anionici: alla proprietà bagnante aggiungono quella schiumogena ed emulsionante che consente loro un'efficace rimozione dello sporco;
  2. Tensioattivi cationici: detergenti con elevata capacità battericida;
  3. Tensioattivi non ionici: con potere emulsionante e detergente, nonostante siano poco schiumogeni;
  4. Tensioattivi anfoteri: si comportano a seconda dei casi come tensioattivi anionici o cationici.

Per semplificare enormemente, quindi, potremmo dire che l'acqua micellare è composta da un detergente disciolto in acqua.

Attenzione

Sebbene qualcuno affermi che acqua micellare e “acqua e sapone” siano di fatto la stessa cosa, non è proprio così. In primis l'acqua non è quella del rubinetto, che spesso può contenere calcare o anche cloro, colpevoli di irritare la cute. In secondo luogo la parola sapone è troppo generica, come abbiamo visto, e oltre alla tipologia di tensioattivo anche la percentuale fa la differenza. Nell'acqua micellare infatti il detergente è diluito in modo da non risultare aggressivo per la pelle.

A cosa serve

L'acqua micellare basa proprio sulle micelle la sua efficacia nella pulizia del viso da trucco e impurità varie. Qual è allora il loro ruolo nella nostra routine di bellezza?

La forma sferica consente alle micelle di inglobare sporco e impurità al loro interno, per rimuoverle efficacemente. Infatti, dal momento che le code delle molecole amano i grassi, le micelle si legano alle molecole di sebo, make-up e smog asportandole dalla superficie cutanea; tuttavia, esse non sono in grado di legarsi ai lipidi che compongono la barriera cutanea, mantenendola quindi inalterata.

Insomma l'acqua micellare funge sia da detergente che da struccante, ma senza irritare la cute.

Caratteristiche

A differenza di altri prodotti detergenti o struccanti l'acqua micellare è:

  1. Simile all'acqua: l'acqua micellare, generalmente, è trasparente, inodore e incolore; dal momento che la quantità di tensioattivo in essa contenuto è molto bassa, anche la leggerezza del prodotto rimane quasi la stessa dell'acqua. Naturalmente, al tatto l'acqua micellare mostra una viscosità diversa, più scivolosa.
  2. Micellare: grazie alle micelle, questo prodotto è in grado di pulire la pelle in profondità, liberandola sia dal trucco che dalle impurità che ogni giorno (e ogni notte) si depositano sul nostro viso occludendone i pori e opacizzandone il colorito.
  3. Delicata: nel rimuovere le sostanze di scarto, l'acqua micellare non porta con sé elementi funzionali, importanti per il benessere della cute.

Proprietà

 

La ragione principale per il successo di cui gode l'acqua micellare sta nel suo riunire ben tre prodotti in uno:

  1. Struccante: l'acqua micellare nasce proprio per questo compito. Tuttavia, soprattutto all'inizio, non risultava abbastanza efficace su make-up a lunga durata e resistente all'acqua. Oggi invece troviamo tipologie di acqua micellare adatte anche ai trucchi più intensi, come ad esempio la bifase.
  2. Detergente: l'acqua micellare è un ottimo prodotto per la nostra routine di bellezza quotidiana e può essere utilizzata anche da chi non fa uso di make-up. Essa infatti deterge in profondità la pelle eliminando sì i residui di trucco, ma anche le cellule morte, il sebo in eccesso e le tracce di inquinamento dal nostro viso.
  3. Tonico: Una pulizia del viso, si sa, non sarebbe completa senza l'impiego di un tonico dopo la detersione; ma con l'acqua micellare possiamo acquistare un prodotto in meno. Essa infatti non lascia residui oleosi e rinfresca e lenisce la cute, lasciandola morbida e liscia.

Benefici

I vantaggi che offre la scelta dell'acqua micellare, quindi, sono numerosi:

  1. Rapida: con una sola passata, l'acqua micellare elimina tutti i residui di trucco e impurità, senza bisogno di strofinare la cute e rischiare di irritarla;
  2. Conveniente: trattandosi di un unico prodotto, l'acqua micellare ci permette di risparmiare tempo e denaro;
  3. Delicata: abbiamo già osservato come l'acqua micellare lasci inalterata la barriera cutanea e poiché non contiene generalmente prodotti aggressivi, è adatta anche alle pelli sensibili o reattive;
  4. Comoda: nella maggior parte dei casi l'acqua micellare non ha bisogno di risciacquo ed è quindi molto pratica da usare;
  5. Facile: l'acqua micellare è semplice e veloce da usare ed è pertanto indicata per la pulizia del viso sia la mattina che la sera.

Curiosità

Nonostante il suo successo su larga scala sia piuttosto recente, in realtà l'acqua micellare fa la sua comparsa una trentina di anni fa nel backstage di sfilate di moda e set fotografici. È stata formulata, infatti, per velocizzare il cambio trucco tra una passerella e l'altra, senza tuttavia infierire su volti che dovevano “sopportare” diversi cambi di make-up. L'acqua micellare, dunque, era un'esclusiva limitata agli addetti ai lavori e come tale aveva un prezzo tutt'altro che abbordabile. 

Come funziona

Per utilizzare l'acqua micellare è sufficiente inumidire un dischetto di cotone da passare poi sul viso dalla fronte al mento, senza praticare troppa pressione per evitare di irritare la cute.

In caso di trucco particolarmente tenace, si consiglia di lasciare il dischetto imbevuto di acqua micellare sulla zona per qualche secondo per facilitarne la rimozione.

Come abbiamo visto, l'acqua micellare non necessita di risciacquo, tuttavia ogni pelle è diversa e può darsi che al termine della detersione si senta il bisogno di rinfrescare comunque la cute. In questo caso è preferibile utilizzare acqua termale invece di quella del rubinetto, che può irritare la cute e dare la fastidiosa sensazione di “pelle che tira”.

Ricordiamo che per completare la pulizia del viso è fondamentale procedere all'applicazione della propria crema viso e/o del siero che si utilizza abitualmente.

Come scegliere

Dato il suo successo, ad oggi sul mercato troviamo moltissime tipologie di acqua micellare; scegliere la migliore può quindi rivelarsi un'impresa piuttosto ardua.

La cosa più giusta è quella di pensare sempre prima alle esigenze della propria pelle.

Tipologie

Classica, bifasica, profumata o arricchita da elementi funzionali? Le possibilità sono davvero molte ed è difficile analizzarle tutte; vediamo i tipi di acqua micellare più diffusi: