Recuperare dall'acido lattico

Innanzi tutto volevo complimentarmi con tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione del vostro splendido sito e ringraziarvi anticipatamente per le risposte alle domande che seguiranno.

Mi chiamo Fabio, ho 24 anni, dal settembre del 2001 ho intrapreso il bodybuilding.

Prima di andare in palestra, però, ero andato da un dietologo per perdere i molti chili di troppo che avevo, 105kg su 187cm di altezza con una percentuale di grasso corporeo di oltre il 25%.

In 6 mesi sono arrivato ad 80kg e a settembre inizia il mio viaggio in palestra.

Obbiettivo numero uno: gli addominali.

Tipo di allenamento: 3-4 esercizi con ripetizioni da 15-20 per due volte la settimana lunedi e venerdi.

Oggi 21 luglio 2002  gli addominali non si vedono come vorrei! Riesco a distinguere il cosiddetto "tartarughino" solamente sotto una luce di forte intensità, ma sotto la luce del sole... bye bye!

Che metodo di allenamento mi consigliate?

So perfettamente che per ottenere un risultato del genere bisogna seguire una alimentazione sana ed equilibrata ed io l'ho seguita. Ho letto molti articoli sulla dieta Metabolica, ho cercato di seguirla mangiando circa 150g di proteine al giorno per non perdere massa muscolare, invece i cm sono andati via lo stesso. Ecco la mia alimentazione:

Ore 7:00            5 gallette di riso con 100g tonno al naturale, tè verde

Ore 9:45            100g tonno al naturale o bresaola-tacchino

Ore 12:00          200g pollo + verdure

Ore 16:45          Come ore 9:45 o 300g di chiare

Ore 20:00          2oog pollo e verdure

 

3 caffè con dolcificante e la domenica i Carboidrati.

Però ho avuto anche i miei momenti di fame che andavo a colmare con frutta o con uno o due yogurt che conteneva 15g di carboidrati ciascuno.

In televisione ho sentito che una alimentazione ricca di proteine non fa bene ai reni a causa della produzione di azoto(?), è vero e devo preoccuparmi visto che seguo questa alimentazione dal 1 maggio?

Mangiando così ho perso 12 cm giro vita ora 83cm, ma anche perso cm di bicipiti passando dai già piccoli 34cm a 31. Ho assunto carnitina per 2 mesi e mezzo ed ora sono passato ad un termogenico. Stando alla vostra tabella di massa magra dovrei avere circa il 13% di grasso corporeo, fortunatamente il 25% è solo un ricordo.

Vorrei continuare a perdere cm nel giro vita  anche ad agosto, però mangiando un pò di carboidrati, che ne dici se ne mangio 50g appena sveglio? Sono pochi, sono tanti, quanti grammi me ne consigli ed in quale momento della giornata?

A settembre ricomincerò una alimentazione di massa, la mia paura è che aumenti anche la pancia, visto che ho impiegato molto per eliminarla. Che tipo di alimentazione dovrò seguire per non ingrossare quel punto?

Ultima domanda: Indice glicemico (alto, basso) ed insulina... non ho ancora capito pienamente il significato.

Semplicemente grazie... da un vostro affezionato visitatore.

 

 

La risposta di vivailfitness.it


ciao Fabio, innanzi tutto complimenti, non è facile in sei mesi perdere 25 kg di grasso, portando la percentuale di massa grassa dal 25 al 13%, sicuramente volontà, costanza, perseveranza e scrupolosità sono state le tue armi vincenti, ora che sei in dirittura di arrivo, anche se adesso è ancora più dura, pazienta e continua così.

Il tuo obiettivo primario è la massima definizione addominale, che, tranne per alcuni, magrissimi per costituzione, è assai difficile da raggiungere e mantenere, difficile, ma non impossibile, ma non devi avere fretta e metti pure in preventivo che, asciugandoti tutto, probabilmente calerai di cm anche dove non vorresti (braccia, per esempio). Una volta raggiunto questo tuo primo scopo, sta in te riuscire a crescere, piano piano, di sola massa magra.

I tre aspetti che devi curare riguardano: l'allenamento, l'alimentazione e la forza mentale.

La forza mentale: aspetto spesso sottovalutato ma di fondamentale importanza, consiste nel mantenere sempre un atteggiamento positivo e di sicurezza nei propri mezzi, la fretta è il nemico numero uno, la costanza e la scrupolosità sono le armi vincenti.

L'alimentazione: il nostro consiglio è la dieta a zona, pura, in fase di definizione (40/30/30), con qualche carboidrato in più, una volta raggiunta la definizione, per crescere mantenendosi magri (40/30/30 + surplus 5/10% di carboidrati), vedi articolo sulla dieta a zona e sulla zona e sport di durata.

Prima di parlare di allenamento, ti consigliamo di leggere i seguenti articoli: "consigli utili al dimagrimento" e "come dimagrire", che, tra l'altro, spiegano il discorso ormonale relativo all'insulina ed all'indice glicemico.

L'allenamento: il consiglio è quello di alternare il lavoro in palestra con i pesi con attività aerobiche, come la bici e la corsa a piedi, nella bella stagione, e lo spinning o lo stepper, d'inverno (per esempio lunedì, mercoledì e venerdì pesi, martedì bicicletta, giovedì corsa a piedi e sabato vasche in piscina o spinning). Gli allenamenti aerobici devono essere di almeno 40 minuti, compreso il riscaldamento, ed è utile variarli di intensità, e di conseguenza di durata, volta per volta, o effettuare cambi di ritmo anche durante la medesima seduta, vedi il concetto di fartlek nella corsa a piedi e le tecniche di spinning.

Ciao, in bocca al lupo, dalla Redazione di vivailfitness.it