Fabbisogni alimentari per gli sportivi

I fabbisogni alimentari degli sportivi e degli atleti, dipendono da: sesso, età, statura, perso e dall'intensità dell'impegno fisico

Proteine: una volta raggiunto lo sviluppo adeguato allo sforzo da sostenere l'apporto consigliato è 0.95 gr per Kg di peso corporeo nell'adulto. La quota di calorie fornite dalle proteine dovrebbe essere circa il 12-15% del totale fornito dalla dieta

Zuccheri: sono i nutrienti di pronta utilizzazione. La quota da assumere dovrebbe essere circa il 60% del fabbisogno calorico

Grassi: non più del 25-30% delle calorie deve provenire dai grassi

Sali minerali: il fabbisogno dello sportivo non è maggiore di chi non pratica sport ed è generalmente coperto da una  alimentazione normale ed equilibrata

L'uso abituale di integratori minerali NON è utile

Vitamine: chi pratica sport NON ha necessità di assunzioni supplementari

VALUTAZIONE DELLO STATO DI NUTRIZIONE

IMC = Peso in Kg / Altezza in m2

IMC = <18,5 = sottopeso
IMC = 18,5-25 = normale
IMC = 25-30= sovrappeso
IMC = 30-40 = obeso moderato
IMC = >40 = obeso grave

Gruppi di alimenti e sostanze nutritive

  1. Gruppo I: carni, uova, pesci
  2. Gruppo II: latte e derivati
  3. Gruppo III: cereali e tuberi
  4. Gruppo IV: legumi
  5. Gruppo V: grassi da condimento
  6. Gruppo VI: frutta e ortaggi colorati particolarmente ricchi di Vit.A
  7. Gruppo VII: frutta particolarmente ricca di Vit.C

Alimenti protettivi

  1. Acidi grassi insaturi
  2. Sostanze antiossidanti
  3. Sostanze anticancro
  4. Fibre indigeribili

L'alimentazione dello sportivo e dell'atleta

L'alimentazione in questo caso non differisce sostanzialmente da quella di qualsiasi persona

Lo sportivo deve introdurre una quantità di calorie superiori e proporzionalmente alle richieste energetiche dello sport praticato

Il “modello alimentare mediterraneo” va prescritto anche agli sportivi

L'Istituto Nazionale della Nutrizione consiglia:

  1.  suddividere gli alimenti in 4-5 pasti
  2.  consumare quotidianamente una adeguata porzione di pasta(evitando condimenti ricchi di grassi)
  3.  accompagnare i pasti con il pane
  4.  abituarsi a consumare con una certa frequenza un “piatto unico”
  5.  usare olio di oliva come condimento
  6.  consumare abitualmente pesce
  7.  completare i pasti con verdura e frutta in abbondanza
  8.  bere abbondantemente acqua durante i pasti e durante e dopo gli allenamenti
  9.  evitare i superalcolici e consumare con moderazione vino (1-2 bicchieri al giorno)
  10.  consumare con moderazione caffè, tè

L'AGGIUNTA DI VITAMINE, SALI MINERALI ED ALTRI PREPARATI “INTEGRATORI” NON SOLO NON E' RACCOMANDABILE MA PUO' ESSERE CONTROPRODUCENTE