Epimedium

L'Epimedium è una pianta particolarmente diffusa nel territorio asiatico, cresce infatti spontaneamente in tutta la Cina, in Giappone, Korea e Vietnam, generalmente utilizzata in medicina cinese come tonico rinvigorente.
Le sue interessanti applicazioni pratiche, hanno spinto l'interesse di molti gruppi di ricerca, per lo più concentrati nel territorio del Sud-Est Asiatico e nel territorio statunitense, a caratterizzarne la composizione e le relative applicazioni cliniche.
I dati emersi da tali studi, per lo più sperimentali, è il caso di ricordarlo, sembrano molto interessanti soprattutto per alcune potenzialità sottovalutate dalla medicina cinese, e che invece possono essere di notevole impatto per finalità preventive e terapeutiche.
Dalle diverse specie di Epimedium infatti è possibile estrarre un cocktail di principi attivi, biologicamente importanti, costituito prevalentemente da elementi dotati di attività antiossidante, che rendono tale Erba medica un potente alleato contro le più comuni patologie ossidanti, dalle cardiovascolari alle neurologiche.
Gli studi di chimica analitica infatti hanno individuato tra gli elementi dotati di potere biologico Flavonoidi, Polisaccaridi, Vitamina C ed Icariina, per i quali si è cercato di caratterizzarne anche l'efficacia biologica e le potenziali applicazioni cliniche.

Epimedium : notizie dal mondo scientifico

Dagli innumerevoli studi presenti in letteratura, è possibile individuare le proprietà biologiche complessive dell'Epimedium, e quelle caratteristiche di ogni singolo principio attivo, potendo così caratterizzare le potenzialità terapeutiche e preventive di questa pianta.
Più precisamente da tali evidenze emergono diversi ruoli tra i quali :

L'azione afrodisiaca e anti disfunzione erettile, che ha rappresentato per tanto tempo un caposaldo relativo all'uso dell'Epimedium, è evidentemente una conseguenza delle suddette attività, ed in particolare della capacità della Icariina di proteggere il sistema nervoso  periferico dalla degenerazione ed al contempo di migliorare il flusso vascolare periferico, probabilmente mediante anche la produzione di ossido nitrico, permettendo un maggior afflusso di sangue agli organi genitali esterni.

Epimedium: considerazioni

La scarsa presenza di trial clinici controllati da un lato e l'assenza di formulazioni standardizzate e ben rappresentate dall'altra, limita notevolmente l'impiego clinico e preventivo di questa pianta, non potendo pertanto sfruttare a pieno tutte le sue potenzialità biologiche, ampiamente caratterizzate in differenti studi sperimentali.
La stessa situazione impedisce di caratterizzarne i potenziali effetti collaterali e l'eventuale sicurezza d'impiego clinico, legando pertanto l'uso di questa pianta più ad un questione esperienziale che clinicamente valutata.
Sarebbe tuttavia importante considerare come l'uso inadeguato di questo integratore potrebbe determinare la comparsa di effetti collaterali gastroenterici e cardiovascolari.
Non si conoscono invece gli effetti collaterali che deriverebbero dall'uso a lungo termine della pianta ed i potenziali danni per la salute del feto e del lattante, risultando pertanto controindicato durante la gravidanza ed il successivo periodo di allattamento al seno.


Speciale Disfunzione Erettile

Dai sintomi e dalle cause dell'Impotenza alle Cure Naturali per Combatterla. Seleziona il Tuo Argomento: